I nuovi talenti del padel: 5 giocatori pronti a scalare il ranking mondiale

Nuovo, ma già pronto a rivoluzionarsi. Se in Italia ha fatto prepotentemente irruzione negli ultimi anni, altrove il padel è uno sport di tendenza da diversi lustri. Mentre i campioni che ne hanno scritto la storia iniziano a percorrere l’arco discendente della loro parabola agonistica, all’orizzonte si affacciano nuovi talenti destinati a irrompere nel ranking mondiale. Scopriamo chi sono, dove hanno già brillato e quali sono i migliori colpi del loro repertorio. Appuntatevi i loro nomi: vi ritroverete a leggerli spesso.


Agustin Tapia: a lezione dai campioni di padel

Campione del mondo e campione panamericano con le nazionali giovanili argentine, Agustin Tapia è il fenomeno in erba che sogna di seguire le orme di Fernando Belasteguin. In patria, dove è stato allenato da Miguel Lamperti, è già un idolo assoluto dopo aver vinto la Fabrice Pastor Cup in coppia col più esperto Luciano Soliverez, mentre l’impatto col World Padel Tour, avvenuto a soli 16 anni, ha confermato quanto di buono si dica sul suo conto. 20 anni compiuti nel luglio scorso, ha festeggiato il compleanno facendo coppia proprio con Bela (insieme al quale si allena a Barcellona) al Victoria Beers Mijas Open, torneo che ha sancito il ritorno in campo del Messi del padel dopo l’infortunio. Ancora a caccia del primo sigillo in un grande torneo, quest’anno ha raggiunto le semifinali agli Open di Valencia.


Nome: Agustin

Cognome: Tapia

Data di nascita: 24/07/1999

Luogo: Catamarca

Nazione: Argentina

Altezza: 1,79

Debutto da professionista: 2016

Posizione: Revés

Posizione ranking attuale: 43°

Punti: 1292

Match giocati: 71

Match vinti: 44

Match persi: 27

Vittorie consecutive in tornei ufficiali: 6

Tornei vinti: 0

Compagno di squadra: Fernando Belasteguin

Dove si allena: Barcellona


Juan Tello: l’unico ad aver già fatto centro

Chi ha già rotto il ghiaccio nel World Padel Tour è un altro player argentino. Di quattro anni più grandi di Tapia e sbarcato in Europa insieme al partner storico, Federico Chingotto, già nel 2013, Juan Tello ha ormai trasformato la sua etichetta da “promessa” a “realtà”. Conquistato il vertice del ranking argentino prima di salpare alla volta del Vecchio Continente, questa coppia si è sbloccata nell’autunno del 2018 conquistando, in meno di un mese, i Challenge di Parigi e Arroyo de la Encomienda. Già tra i primi 20 giocatori di padel al mondo, Tello – che fa coppia con Chingotto dall’adolescenza e che viene particolarmente apprezzato per il suo stile di gioco offensivo - vanta uno score di 10 vittorie consecutive in tornei ufficiali ma non ha ancora trionfato in un 2019 in cui ha ottenuto come migliori risultati le semifinali a Logroño e Alicante.


Nome: Juan

Cognome: Tello

Data di nascita: 01/02/1995

Luogo: Cordoba

Nazione: Argentina

Altezza: 1,85

Debutto da professionista: 2013

Posizione: Revés

Posizione ranking attuale: 19°

Punti: 3262

Match giocati: 144

Match vinti: 97

Match persi: 47

Vittorie consecutive in tornei ufficiali: 10

Tornei vinti: 2

Compagno di squadra: Federico Chingotto

Dove si allena: Malaga


Lucas Campagnolo: padel a ritmo di samba

Vicinanza anagrafica, distanza ideologica. Coetaneo di Tello, Lucas de Oliveira Campagnolo è il nuovo che avanza del padel brasiliano. Giocatore che ha fatto della spettacolarità dei colpi il suo tratto distintivo, ha già cambiato diverse volte partner nel corso della sua carriera. Approdato in Europa in tandem con Lucas Bergamini, ha fatto irruzione nel World Padel Tour accompagnando il rientro all’agonismo (in seguito al grave incidente stradale in cui è rimasto coinvolto) di Martin Di Nenno. Da quest’anno fa invece coppia con l’argentino Luciano Capra. Finora il 2019 non ne ha confermato il percorso di crescita: dopo le tre semifinali (Saragozza, Villa de San Javier e Arroyo de la Encomienda) raggiunte nel 2018, infatti, non è mai riuscito ad andare oltre i quarti di finale, centrati a Marbella e Valladolid.


Nome: Lucas

Cognome: Campagnolo

Data di nascita: 13/06/1995

Luogo: Alegrete

Nazione: Brasile

Altezza: 1,79

Debutto da professionista: 2014

Posizione: Revés

Posizione ranking attuale: 25°

Punti: 2200

Match giocati: 166

Match vinti: 104

Match persi: 62

Vittorie consecutive in tornei ufficiali: 6

Tornei vinti: 0

Compagno di squadra: Luciano Capra

Dove si allena: Porto Alegre


Coki Nieto: la difesa è il miglior attacco

Chi non ha avuto bisogno di cambiare continente per imporsi è Jorge Nieto Ruiz. Meglio noto nel circuito come Coki Nieto, il ventenne madrileno è già tra le stelle più lucenti del firmamento iberico. Campione nazionale spagnolo under 16 e under 18, rispettivamente nel 2014 e 2015, fa coppia da sempre con Javi Rico. Imposti all’attenzione del grande pubblico durante il Challenge di Madrid dello scorso anno, hanno confermato i loro progressi nel 2019 raggiungendo la finalissima degli Open di Mijas, dove sono stati sconfitti in due set (7-6 / 6-4) dalla coppia Galan-Lima. Entrato nei primi 30 del ranking mondiale, Nieto è apprezzato per le sue doti difensive: “Lotta alla morte su ogni palla, non ne dà mai nessuna per persa”, dice di lui il suo compagno di squadra.


Nome: Jorge

Cognome: Nieto Ruiz

Data di nascita: 18/12/1998

Luogo: Madrid

Nazione: Spagna

Altezza: 1,75

Debutto da professionista: 2014

Posizione: Revés

Posizione ranking attuale: 29°

Punti: 1917

Match giocati: 163

Match vinti: 97

Match persi: 66

Vittorie consecutive in tornei ufficiali: 6

Tornei vinti: 0

Compagno di squadra: Javier Rico Dasi

Dove si allena: Madrid


Javi Garrido: un 2000 col pelo sullo stomaco

Le speranze spagnole di inserire presto nuovi giocatori (ad oggi sono quattro: Navarro Compan, Lebron Chincoa, Galan e Mieres) nella top ten del World Padel Tour poggiano anche sul più interessante prospetto classe 2000: Javier Garrido Gomez. Quattro titoli nazionali e due mondiali nelle categorie giovanili, il 18enne di Cordova ha fatto della multidisciplinarietà la sua arma vincente. Oltre a giocare a padel (dall’età di 7 anni e sempre sotto la guida di Rafa Garcia), si è dedicato con successo anche a tennis e calcio fino ai 13 anni, senza trascurare gli studi. In procinto di iscriversi alla facoltà di Scienze motorie, nel World Padel Tour ha già cambiato diversi compagni di squadra. Dopo aver iniziato con Gonzalo Rubio, ha proseguito con Javi Gonzalez e da quest’anno fa coppia con Martin Di Nenno, insieme al quale cerca il primo successo di peso dopo aver fallito il colpo (in tandem con Adrian Allemandi) a Cabrera del Mar nel 2018, quando furono Garcia Diestro e Ruiz Remedios a sconfiggerlo in finale. Già rispettato e temuto dalle leggende del padel, dichiara di ispirarsi a due di loro: Juan Mieres e Fernando Belasteguin.


Nome: Javier

Cognome: Garrido Gomez

Data di nascita: 26/10/2000

Luogo: Cordova

Nazione: Spagna

Altezza: 1,84

Debutto da professionista: 2015

Posizione: Revés

Posizione ranking attuale: 30°

Punti: 1677

Match giocati: 141

Match vinti: 81

Match persi: 60

Vittorie consecutive in tornei ufficiali: 7

Tornei vinti: 0

Compagno di squadra: Martin Di Nenno

Dove si allena: Madrid


Hai preso nota? Adesso non ti resta che ripassare e sognare di poterli sfidare. Per iniziare a giocare a padel e affinare il tuo stile di gioco, non puoi prescindere dal miglior materiale. Alphapadel ha già pronta per te la racchetta giusta: sceglila tra gli 11 modelli della collezione 2019 e diventa subito protagonista in campo.

34 visualizzazioni
CONTATTI

Email: info@alphapadel.it

Indirizzo: via Ilaria Alpi s.n.c. - Roma

Telefono: +39 0683513057

Partita Iva: IT13961061002

Diventa rivenditore

NOTE LEGALI
DOVE SIAMO

Copyright © 2019 Alphapadel – Tutti i diritti riservati.

  • Black Facebook Icon
  • Black Instagram Icon
0